Al Dolphin Hotel

Mi accade spesso di sognare l’Albergo del Delfino.
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Diario di scuola

Andare in basso 
AutoreMessaggio
laura



Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 24.03.08
Età : 72
Località : roma

MessaggioTitolo: Diario di scuola   Gio Mar 27, 2008 5:43 pm

Il nuovo libro di Pennac ha cancellato 50 anni di complessi!

Pennac era un somaro, un somaro normale, senza ragione, poi, diventato insegnante, ha ricordato il suo passato e trattato i suoi alunni, tutti, come ho sempre sognato di essere considerata.

Che alunni siete stati? Quali professori sono stati determinanti nella vostra crescita? Chi vi ha veramente insegnato qualcosa?

Io, fra tutti, ricordo il mio Prof. di Liceo, una enciclopedia vivente.
Ci dava un brano da commentare, senza dire di chi fosse, a quale epoca appartenesse. Noi dovevamo solo scrivere ciò che ci stimolava, le emozioni. Non c'era bisogno di cultura, indovinare se fosse Leopardi o Manzoni, bisognava solo ascoltare la nostra testa. Ho capito con lui cosa vuol dire "scrivere", e ci penso ogni volta che prendo una penna o una tastiera.

L'argomento è ampio, lo riprendrò. Intanto ditemi voi...

Per finire: nel libro c'è un capitolo che paragona la classe ad un'orchestra, ognuno con il suo strumento, tutti in cerca dell'armonia generale: una pagina indimenticabile!!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Solaris
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1093
Data d'iscrizione : 15.02.08
Età : 41

MessaggioTitolo: Re: Diario di scuola   Gio Mar 27, 2008 6:49 pm

laura ha scritto:
Il nuovo libro di Pennac ha cancellato 50 anni di complessi!

Pennac era un somaro, un somaro normale, senza ragione, poi, diventato insegnante, ha ricordato il suo passato e trattato i suoi alunni, tutti, come ho sempre sognato di essere considerata.

Che alunni siete stati? Quali professori sono stati determinanti nella vostra crescita? Chi vi ha veramente insegnato qualcosa?

Io, fra tutti, ricordo il mio Prof. di Liceo, una enciclopedia vivente.
Ci dava un brano da commentare, senza dire di chi fosse, a quale epoca appartenesse. Noi dovevamo solo scrivere ciò che ci stimolava, le emozioni. Non c'era bisogno di cultura, indovinare se fosse Leopardi o Manzoni, bisognava solo ascoltare la nostra testa. Ho capito con lui cosa vuol dire "scrivere", e ci penso ogni volta che prendo una penna o una tastiera.

L'argomento è ampio, lo riprendrò. Intanto ditemi voi...

Per finire: nel libro c'è un capitolo che paragona la classe ad un'orchestra, ognuno con il suo strumento, tutti in cerca dell'armonia generale: una pagina indimenticabile!!!


Laura se per te va bene sposterei la discussione nella stanza delle chiacchierate.. mentre eventualmente qui posterei commenti più precisamente diretti ad analizzare il volume.. Fammi sapere ok?

A.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.albardellosport.net
laura



Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 24.03.08
Età : 72
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Diario di scuola   Gio Mar 27, 2008 11:12 pm

Va benissimo, sposta pure, qui eventualmente parleremo del libro
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Diario di scuola   

Torna in alto Andare in basso
 
Diario di scuola
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Scrivi il tuo articolo per I DIARI MESE
» Terzina simmetrica sulla NAZ
» A SCUOLA DI CICLOMETRIA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Al Dolphin Hotel :: Hall :: Chiacchiere, confronti & consigli-
Vai verso: