Al Dolphin Hotel

Mi accade spesso di sognare l’Albergo del Delfino.
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 spiegatemi...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
niabi

avatar

Numero di messaggi : 578
Data d'iscrizione : 17.02.08

MessaggioOggetto: spiegatemi...   Mar Lug 01, 2008 1:05 pm

... visto che io non capisco, perchè per ottenere uno stipendio "adeguato" a tutto ciò che ormai è fuori controllo io dovrei fare straordinari, che tanto la tassazione è ridotta.
No No No


Ultima modifica di niabi il Mer Lug 02, 2008 12:27 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.semicercasaturno.blogspot.com/
il_corvo

avatar

Numero di messaggi : 576
Data d'iscrizione : 19.02.08
Località : bassa modenese

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mar Lug 01, 2008 1:31 pm

Sono rimasto molto deluso dal precedente "mio" governo di sinistra, ma... si vede che non ricordavo più tanto bene di cosa è capace lo psiconano!

Col Paese che impoverisce ogni giorno di più, quali sono le sue priorità? Pensare ed "aggiustare" i fattacci suoi.

Siamo in mano a nulla!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Giosp

avatar

Numero di messaggi : 623
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Serenissima Repubblica Veneta

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mar Lug 01, 2008 2:13 pm

Non c'è futuro per l'Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://copevetuti.splinder.com
nu

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.02.08
Località : udine

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mar Lug 01, 2008 2:35 pm

Non nascondo di essere molto spaventata dalla situazione.
Sto studiando per fare la ssis ed insegnare e intanto mi accorgo del caos che c'è in tutti i settori.
Inutile prenderci in giro so di non dover sperare ma mi accontenterei un giorno di avere un lavoro anche precario a cui dedicarmi con passione.
Berlusconi fa paura per quanto pensa a farsi solo i fatti suoi e da quando in televisione Anno Zero e Ballarò sono andati in ferie dubito di poter "sapere" cosa accade nel nostro paese.
Che schifo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
niabi

avatar

Numero di messaggi : 578
Data d'iscrizione : 17.02.08

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 12:22 pm

Ah ecco. Vedo che i fumini non sono presi solo a me. furia

Per mia natura, in genere, non sopporto chi cerca di farmi prendere una pastiglia amara facendola passare per zuccherino.

Purtroppo per lavoro ho dovuto leggere il recente decreto legge 112 del 25 giugno e diversi articoli emanati mi hanno fatto letteralmente rabbrividire e, attenzione, il lavoro diventa ancora più flessibile = ancora meno diritti per i lavoratori visto che sono state abbassate alcune sanzioni a carico dei datori di lavoro.
E via... in discesa libera.

Solo per citarne alcuni:

l'art. 21 prevede nuove eccezioni alla trasformazione automatica del rapporto a termine in tempo indeterminato dopo 36 mesi;

l'art. 41 stabilisce che le 24 ore consecutive di riposo obbligatorio ogni 7 giorni sono calcolate come media in un periodo al massimo di 14 giorni e sono state ridotte le sanzioni per i datori di lavoro che violano tale obbligo.

Ed ecco quindi come gli italiani avranno più soldi in busta paga: lavorando, lavorando, lavorando... esattamente come prima Wink e non di certo perchè verranno rivisti i salari.

Vero che hanno anche ridotto l'uso della carta (la carta d'identità ora - anche per quelle in corso - avrà validità di 10 anni) dando però per scontato che tutti abbiano accesso a un pc ecc... anche i libri scolastici si scaricheranno da internet, saranno quindi in versione on line e mista.

Trovate qui il decreto:
http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/ebfa710c946634f/Documento.pdf

Insomma, speriamo in bene e che mi debba ricredere. boh
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.semicercasaturno.blogspot.com/
DT

avatar

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 16.04.08
Età : 30
Località : Abdera

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 3:57 pm

Sono dell'idea che chi può dovrebbe impararsi bene l'inglese ed un'altra lingua straniera per poi cercare di andarsene all'estero. Io sto impegnandomi per imparare il tedesco e lo svedese.
Magari per un po' di anni si farà la fame e ci si sentirà inadeguati, oppure in esilio come Joyce. Ma tanto coi tempi che corrono la situazione degli italiani residenti non sarà molto diversa da quella degli italiani emigranti, che almeno hanno il vantaggio e la fortuna di confrontarsi con un'altra cultura.

Tuttavia non sono così sciocco da credere che questo basti a risolvere i problemi. In primo luogo perché penso che le cose non siano molto diverse negli altri paesi; penso per esempio alla Svezia, che pur sembrando più evoluta ha tagliato i fondi alla ricerca scientifica. Di conseguenza molte università svedesi si sono trovate "costrette" a dover chiudere alcuni dipartimenti, tra cui quello di latino e di greco. Il che per me è atroce.
In secondo luogo penso che, se anche il mio discorso fosse giusto, non sarebbe altrettanto giusto attuarlo. Se infatti tutti cominciassero a fuggire, l'Italia resterebbe lasciata in balia di sè stessa e dei mascalzoni (per usare un eufemismo) che la governano. Pertanto non ci sarà nessuno intenzionato a migliorarla, e ne faranno le spese quelle persone che non possono permettersi di andare all'estero. Nessuna persona con un minimo di senso di giustizia, di educazione e di bontà verso il proprio simile farebbe consapevolmente una scelta così idiota (nel senso greco di "fare le proprie cose").

Forse non c'è un modo per risolvere la questione, se non abbandonando alcune premesse o ignorando alcuni scrupoli morali. E non venitemi a parlare della via di mezzo, perché è un'invenzione logica e matematica, mentre in realtà non esiste.

Sono confuso ed un po' amareggiato (e penso si veda).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nu

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.02.08
Località : udine

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 4:07 pm

A dire il vero se non avessi una famiglia (ma ringrazio di averla perchè e' la mia forza vitale) mi sarebbe piaciuto andare all'estero e anche se avessi fatto la fame in effetti sarebbe stata una bella esperienza.
Sapere le lingue è un grosso vantaggio qui in Friuli se avessi saputo lo slavo mi avrebbero già chiamata per insegnare, ma ovviamente non lo conosco.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
daniela

avatar

Numero di messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 55

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 4:23 pm

Posso girare il discorso dall'altra parte, cioè dalla parte di chi ha dipendenti?
Fermo restando che gli stipendi sono quello che sono (un apprendista di 20 anni per 35 ore di lavoro prende circa 900 euro) e che è un momento di m....., vi invito a pensare quanto siano in difficoltà i piccoli imprenditori come me, che si trovano a pagare tasse, contributi, ferie tredicesime ecc...esattamente come la grande industria.
Lo stato non agevola il dipendente, ma state certi nemmeno coloro che (a dispetto dei santi) si fanno un didetro come un paniere per inventarsi da vivere, e far vivere altre famiglie.
P.s. a volte mi chiedo se quello che faccio e spendo vale la candela. Io ci credo e vado avanti (anche se a volte i 900 euro me li sogno), e spero che tante altre persone la pensino come me.
Dan.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://vogliolaluna.blogspot.com/
Solaris
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1093
Data d'iscrizione : 15.02.08
Età : 40

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 5:23 pm

daniela ha scritto:
Posso girare il discorso dall'altra parte, cioè dalla parte di chi ha dipendenti?
Fermo restando che gli stipendi sono quello che sono (un apprendista di 20 anni per 35 ore di lavoro prende circa 900 euro) e che è un momento di m....., vi invito a pensare quanto siano in difficoltà i piccoli imprenditori come me, che si trovano a pagare tasse, contributi, ferie tredicesime ecc...esattamente come la grande industria.
Lo stato non agevola il dipendente, ma state certi nemmeno coloro che (a dispetto dei santi) si fanno un didetro come un paniere per inventarsi da vivere, e far vivere altre famiglie.
P.s. a volte mi chiedo se quello che faccio e spendo vale la candela. Io ci credo e vado avanti (anche se a volte i 900 euro me li sogno), e spero che tante altre persone la pensino come me.
Dan.


A' be' poi se parliamo di quelli che manco sono dipendenti ma consumatori occasionali.. ma tanto non si fa più notizia..

A.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.albardellosport.net
daniela

avatar

Numero di messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 55

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 5:37 pm

Non voglio certo far polemiche Sol Laughing
Volevo solo dire, che siamo un po' tutti..."clienti occasionali"...e che nessuno ha certezze e assicurazioni a vita.
Ne tu, ne io, ne nessun altro che abbia avuto la sfortuna di non nascere figlio di miliardari.
Nella mia lunga vita silent ho fatto di tutto, ho subito una truffa pesante che nessuno mi ha mai rimborsato (giustizia italiana Sleep ), ho fatto la precaria, la dipendente, la disoccupata...
So come funziona da ambo le parti, e credi che non c'è una piu' bella dell'altra bu
Un abbraccio
Dani
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://vogliolaluna.blogspot.com/
niabi

avatar

Numero di messaggi : 578
Data d'iscrizione : 17.02.08

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 6:01 pm

daniela ha scritto:
Posso girare il discorso dall'altra parte, cioè dalla parte di chi ha dipendenti?

E certo che sì Dani, ci mancherebbe! Wink

L'ho buttata in chiave di dipendenti (quando va bene) perchè nel decreto si nota che nulla è stato fatto.
Ma alla fine si sa, e lo so bene anche io, che nessuno da niente per niente.
Non mi aspettavo mi piovessero soldi dal cielo, ma neanche che venissero rivisti alcuni miei diritti quando si è parlato tanto e tanto e tanto del precariato ecc...
Io però da dipendente, per il lavoro che svolgo, vedo tanto anche l'altra parte, e non dico sia il tuo caso assolutamente, però appunto vedo quanto a molti imprenditori faccia comodo buttarla su tasse e compagnia bella per non riconoscere a un dipendente determinati meriti, in chiave economica ovvio... perchè con le parole non ha mai mangiato né vissuto bene nessuno, anche se ora un soggetto mi viene in mente. Rolling Eyes
nia
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.semicercasaturno.blogspot.com/
daniela

avatar

Numero di messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 55

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Mer Lug 02, 2008 11:22 pm

Lo sai Nia vero come la penso sul tuo datore di lavoro? varie1 varie2
Un bacione
Dan
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://vogliolaluna.blogspot.com/
Solaris
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1093
Data d'iscrizione : 15.02.08
Età : 40

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Gio Lug 03, 2008 1:05 am

daniela ha scritto:
Non voglio certo far polemiche Sol Laughing
Volevo solo dire, che siamo un po' tutti..."clienti occasionali"...e che nessuno ha certezze e assicurazioni a vita.
Ne tu, ne io, ne nessun altro che abbia avuto la sfortuna di non nascere figlio di miliardari.
Nella mia lunga vita silent ho fatto di tutto, ho subito una truffa pesante che nessuno mi ha mai rimborsato (giustizia italiana Sleep ), ho fatto la precaria, la dipendente, la disoccupata...
So come funziona da ambo le parti, e credi che non c'è una piu' bella dell'altra bu
Un abbraccio
Dani

Daniela ti comprendo e sappi che ho infinita stima per chi rischia e producendo ricchezza consente lavoro. Quando va bene.
Il discorso dei salari però è diverso, mi permetto.
Penso che a fronte del piccolo imprenditore legittimato a fare tutte le sacrosante richieste di sto mondo, i lavoratori devono avere la possibilità di essere clienti se no c'è poco da lamentarsi. Se non ci sono quattrini da spendere, o peggio, se c'è una tale paura del presente da arroccarsi in gestioni protezioniste già in casa propria, giocando con la follia di tremonti, beh, si va a fondo tutti.
Senza contare che se compariamo la distanza tra manager e operai.. negli ultimi 20 anni si è centuplicata!
Lungi da me fare un discorso ideologico, anche se mi piacerebbe farlo. Penso sia l'opportunismo che dovrebbe portare i piccoli imprenditori a spingere per un miglioramento dei salari.. e non le fesserie immonde dell'AUMENTO DI PRODUTTIVITA'. roba da malafede o da ignoranti, visto che chiunque potrebbe spiegare al ministro, anzi ai ministri (sacconi è l'anticristo del lavoro), che la PRODUTTIVITA' non dipende solo dalle ore che QUALCHE lavoratore sacrifica alla propria vita (e non allo shopping in famiglia per esempio) ma anche dalla ricerca industriale, dall'ottimizzazione dei processi e via dicendo.
Travestire un atto infame come l'istituzionalizzazione del mors tua vita mea nella competizione tra pezzenti per chi sarà più schiavo.. è deprecabile moralmente ma ancor più economicamente l'ennesimo passo verso il suicidio. Sia chiaro: la responsabilità della sinistra in questo senso è gigantesca.

A.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.albardellosport.net
daniela

avatar

Numero di messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 55

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Gio Lug 03, 2008 1:17 am

Perfettamente d'accordo Sol.
Che se va avanti così, va avanti poco.
Dan
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://vogliolaluna.blogspot.com/
Giosp

avatar

Numero di messaggi : 623
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Serenissima Repubblica Veneta

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Gio Lug 03, 2008 6:58 pm

Oggi ho trovato nella cassetta della posta una lettera destinata al mio compianto padre in cui gli si intima di pagare 79,11 euro di contributi non versati relativi all'anno 1996 (sì sì, state leggendo bene, 12 anni fa).
Per carità, non voglio lamentarmi e non voglio avere debiti col fisco in nessun modo (anche se per una famiglia come la mia ottanta euro non sono gli spiccioletti da dare ai poveri), però mi pare ridicolo che un paese in cui chi comanda ruba al colpo cifre da sette, otto zeri, venga a elemosinare settantanovevirgolaundici euro a un morto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://copevetuti.splinder.com
nu

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 23.02.08
Località : udine

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Gio Lug 03, 2008 7:19 pm

E' davvero vergognoso, hai perfettamente ragione, viviamo in un paese assurdo!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
il_corvo

avatar

Numero di messaggi : 576
Data d'iscrizione : 19.02.08
Località : bassa modenese

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Ven Lug 04, 2008 5:46 pm

Spesso tornando a casa in automobile, la sera, ascolto su radio 24 il programma "La Zanzara" condotta da Giuseppe Cruciani. Un programma tipo "Zapping" di Radio 1 dove si da voce agli ascoltatori sui fatti della cronaca, principalmente politica, della giornata.
Rimango esterefatto che un grandissimo numero di ascoltatori, immagino di che fede politica, ritenga di non essere interessata al fatto che Berlusconi possa essere effettivamente colpevole dei reati imputatigli dalla magistratura e in quanto eletto dalla maggioranza degli italiani debba essere lasciato in grado di governare. Non esiste! Se io voto, mettiamo D'Alema o Fassino perchè mi propinano certi valori e poi scopro che invece scalano banche ed assicurazioni come i più faccendieri dei faccendieri non mi stanno più bene, anche se li ho votati. Se Berlusconi, dopo un processo equo e veritiero risulta essere quel farabutto che tutti i suoi detrattori sostengono è giusto che tutti lo sappiano e sappiano a che persona sono in mano!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Psiconauta



Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 27.06.08

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Ven Lug 04, 2008 10:45 pm

!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Ven Lug 04, 2008 10:53 pm

ben detto Psi!
i nostri politici sono degli ottimi rigirafrittate, lo fanno in modo così sfacciato che la gente rimane balba ad ascoltare e non sa più cosa pensare; così alla fine lascia tutto come sta.
in fondo ci stiamo abituando a tutti gli scandali che succedono in politica che ci scandalizza quasi di più la povertà di linguaggio di Di Pietro, ed il fatto che accusi pubblicamente i suoi colleghi, rispetto ai reati da essi commessi.
i politici si appellano a valori morali, al buon senso ed ad altre cose più fantomatiche che reali; ma agiscono nel modo opposto ( sembra un po' di leggere la Bibbia per intero ) ed ormai sono diventati intoccabili e venerati come la religione stessa.
anche il lavoro è un valore, di conseguenza è giusto che i politici in parlamento ci vadano la metà delle volte.
un valore è anche la crescita economica: spiegatemi perchè il paese dovrebbe essere in crisi -ovvero aver smesso di crescere- perchè compriamo meno vestiti dell'anno scorso.. ( sì lo so ma non me ne faccio una ragione ) per quanto il futuro ci preoccupi economicamente non possiamo certo lamentarci dei nostri soldi e del nostro stile di vita; prima di ritenerci poveri dovremmo passare un po' di meno tempo su internet e di più ad arare i campi ( come si dice qui in Padania )
eppure noi siamo in crisi e lo è pure il paese.
bah... stupida mentalità consumista!
sempre parlando di valori:
Enrico carissimo, ti sei però chiesto cosa comporta la ricerca scientifica? non voglio fare dell'ambientalismo spicciolo e malfidato ma sotto al nome di riceca si gustificano abomini immorali verso natura ed animali di cui non ci rendimo conto, e su cui comnque di solito chiudiamo un occhio
così come facciamo con i politici
nel nome della ricerca scientifica, come nel nome dell'elettorato italiano si chiudono gli occhi su quello che è giusto lecito morale ecc.

non ho indicato nessuna strada alternatica da seguire, ma di sicuro non vi esorto a percorrere quella della morale, che è tanto forte quando si tratta di costume ma molto meno quando gli scandali non sono gossip
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
DT

avatar

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 16.04.08
Età : 30
Località : Abdera

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Sab Lug 05, 2008 4:34 pm

Innanzitutto grazie per il carissimo e sono d'accordo con quanto hai detto, non ho assolutamente nulla da aggiungere alle tue giuste considerazioni (salvo il referente ingiustificato della Bibbia, ma non è questo il posto per discuterne).

In secondo luogo è ovvio che me lo sono chiesto, ma non ho mai fatto riferimento neanche implicito a ciò di cui mi rimproveri. Quando uso l'aggettivo "scientifico" mi riferisco al suo significato generale di "sapere" o "insieme di cognizioni", non a quello specificamente medico che adotta la vivisezione o gli esperimenti su animali che come te non solo non condivido, ma condanno. Non a caso dopo ho fatto l'esempio del dipartimento di letteratura e filosofia antica, che ha lo stesso rigore "scientifico" della biologia, la fisica o la medicina. Più propriamente, uso "scientifico" come sinonimo di "critico", un termine che mi piace di più ma preferisco usare con parsimonia perché se no vengono in mente gli intellettuali che scrivono più o meno consapevolmente d'arte ed altre questioni.
Andando un po' OT, sostenere una tesi in generale non vuol dire sostenerla sempre ed in tutte le sue accezioni. Nel caso in questione, si può sostenere la ricerca scientifica (ripeto, in senso lato) ma andando contro alla pratiche che sia te che io aborriamo. Io sono di quelli che non prende neanche farmaci o medicinali, per cui non legittimo nemmeno nella vita attiva la pratica medica. Ormai vado solo all'ospedale per donare il sangue. Sai poi che io sono animalista, vegetariano ed ambientalista quanto te.
Capisco che, come affermano gli stoici, l'infinitamente piccolo comprometta l'infinitamente grande, per cui sostenere una tesi buona che ha conseguenze cattive invalida la presunta bontà della tesi generale. Però se vogliamo essere un po' flessibili questa critica non regge, perché basta non essere radicali e non accettare o contrastare le sue implicazioni negative.
Quanto ai politici ormai ho smesso di parlarne, tanto quelli vivono in un mondo tutto loro come gli déi di Democrito ed Epicuro. E tanto perché non venga frainteso un'altra volta, ho voluto fare solo un'analogia tra la divinità atomistica che vive nascosta e disinteressandosi dei mortali con i nostri capi di governo che come idioti "fanno le cose proprie" ed ignorano i problemi dei cittadini che dovrebbero rappresentare. Non intendo quindi dire che i nostri politici siano déi Very Happy .

Per ritornare nel discorso principale ed evitare di impelagarci nei massimi sistemi, di cui né mi piace né è fruttuoso parlare, tutte queste cose che stiamo imputando al nostro paese si ritrovano anche negli altri paesi "più evoluti". Sinceramente mi danno fastidio tanto i discorsi del tipo "in Italia ci sono solo cretini, non come in Germania", come se noi fossimo tutti delinquenti o imbecilli, oppure quelli del tipo "gli stipendi sono bassi, in Italia non c'è futuro, non come in Francia". Basti vedere che ad Amsterdam c'è la televisione con i programmi cretini, in Inghilterra vedi la persona che non ha i soldi ed elemosina come da noi, ed i tagli alla ricerca "critica" ( Very Happy ) sono fatti anche in Svezia. Che sotto moltissimi aspetti è veramente più evoluta socialmente. Basta un po' di mentalità cosmopolita per accorgersene. Per il resto rimando a quello che ha detto Senza nel messaggio precedente.
Concludo riproponendo la domanda a cui solo nu ha risposto, cercando di asciugarla: dando per assodato che le cose vadano "meglio" in altri paesi, sareste più propensi a "fuggire" dal vostro paese per andare a vivere lì oppure a rimanere per cercare di risollevarlo un pochino, anche a costo di "soffrire" un poco? In soldoni questa è la questione che ho cercato di sollevare nel mio primo messaggio. Se ci sono ancora delle ambiguità od astrattismi fatemelo sapere, cercherò di ridurlo ad aforisma Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Giosp

avatar

Numero di messaggi : 623
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : Serenissima Repubblica Veneta

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Sab Lug 05, 2008 5:26 pm

Psiconauta ha scritto:
!
senza ha scritto:
ben detto Psi!
ave
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://copevetuti.splinder.com
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Sab Lug 05, 2008 11:14 pm

ok Enrico, sulla ricerca scientifica il fraintendimento è stato mio, sai che mi arrabbio subito quando si toccano certi temi ( o quando mi immagino che vengano toccati! )
i politici sembrano delle divinità per la loro intoccabilità, non mi riferivo affatto al tuo parallelismo ( ma mi trovo d'accordo )

no, io non me ne andrei assolutamente da qui, prima di tutto perchè abito a Venezia che ritengo la città più bella del mondo, secondo perchè qui ci sono i miei gatti ed il mio cane ( i gatti si sa, non amano cambiare abitazione ) terzo perchè l'Italia è bella e non ci si vive affatto male. ma proprio per nulla!
non condivido affatto il sogno olandese ( tutti i miei amici vogliono andarci ) ed anzi ritengo che fuggire in un altro stato sia un po' come far finta che il problema non esista, o almeno fregarsene di quel problema che tutti dicono esserci in Italia
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Psiconauta



Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 27.06.08

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Sab Lug 05, 2008 11:22 pm

"terzo perchè l'Italia è bella e non ci si vive affatto male. ma proprio per nulla!"
(...finchè si abita coi genitori o non si cerca lavoro)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Sab Lug 05, 2008 11:25 pm

"finchè si abita coi genitori o non si cerca lavoro"
i miei abitano a Venezia, i tuoi a Fabbrica di Peccioli... e tu sei andato a finire al Castagno...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   Dom Lug 06, 2008 1:02 pm

Mi riallaccio a quanto detto da DT sulle condizioni di vita negli altri Paesi europei. Sono andata a vivere in Inghilterra nel 1990, per dieci anni, e ho cominciato ad insegnare alle elementari in regioni relativamente ricche perchè non lontane da Londra e al sud, cioè l'Hertfordshire prima e il Kent dopo. Ebbene, nelle scuole dove ho fatto supplenza o avuto incarichi si faceva la distribuzione gratis dei quartini di latte ai bambini indigenti, che su una classe di 30 alunni potevano essere 6-8, tutti inglesi. Molti bambini avevano la divisa scolastica (obbligatoria) con le maniche sdrucite e tutta sbiadita dopo che era passata di figlio in figlio oppure essere stata comprata usata o avuta in regalo. I bambini abbondavano e ancora sono tanti rispetto a noi, 4 figli è normale perfino nelle classi più abbienti, 3 sembra essere il minimo. Negli anni '90 in Italia, con poche eccezioni, i bambini mangiavano tutti, se poi non c'erano i soldi per le vacanze è un altro discorso, ma la povertà che ho visto in UK era senza dubbio maggiore che da noi, nord o sud. Non so quando sia cambiata la situazione, a giudicare dal numero di ragazze madri che è il più alto in Europa credo che non ci sia ancora da ridere. La distribuzione della ricchezza in UK è diversa che da noi, con un 5% di ricconi che vanno alle scuole private e si accaparrano i posti di lavoro di prestigio, una classe borghese concentrata soprattutto a Londra, e piccola borghesia e proletariato vastissimi. Perciò, come dice senza, è vero che piangiamo miseria, ma è relativa e anche meno rigida, da noi il figlio di un tassista può benissimo diventare avvocato, lassù molto più raramente.



Tuttavia lo spettro della povertà non è così lontano a mio parere, perchè il confine tra la poca produttività e il collasso è molto sottile in un'economia globale dove non c'è pietà per nessuno. Perciò siamo costretti a comprare "più vestiti" come dice lei, e la pubblicità ci incalza e manca solo che la mettano sulla carta igienica, per ricordarci di non sfuggire alla nostra condizione di consumatori.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: spiegatemi...   

Tornare in alto Andare in basso
 
spiegatemi...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» aiuto su ogre, spiegatemi alcune cose.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Al Dolphin Hotel :: Hall :: Chiacchiere, confronti & consigli-
Andare verso: