Al Dolphin Hotel

Mi accade spesso di sognare l’Albergo del Delfino.
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Gio Lug 16, 2009 3:44 pm

Non so se tutto questo sia vero, si sa che in internet girano molte panzane, ma questa storia val la pena di essere letta in quanto monito per molte coscienze spesso narcotizzate dalla vita di ogni giorno. Metto la mia in prima fila.
Ecco a voi:


Oggetto: leggila è bellissima......tutta di un fiato....non ti fermare
all'apparenza.....grazie....
Questa e-mail mi è arrivata tramite un amico e mi ha commosso molto, volevo
che anche voi la leggeste. Ricordati che TU fai la differenza.
Non cercare mai mezzi termini: non ce ne sono. Leggi in ogni caso.
mia domanda è: tu avresti fatto la stessa scelta che ho fatto io?
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ad
una cena di beneficenza per una scuola che cura bambini con problemi di
apprendimento, il padre di uno degli studenti fece un discorso che non

sarebbe mai più stato dimenticato da nessuno dei presenti. Dopo aver
lodato
la scuola ed il suo eccellente staff, egli pose una domanda:

'Quando non viene raggiunta da interferenze esterne, la natura fa il
suo
lavoro con perfezione. Purtroppo mio figlio Shay non può imparare
le cose
nel modo in cui lo fanno gli altri bambini. Non può comprendere
profondamente le cose come gli altri. Dov'è il naturale ordine delle
cose
quando si tratta di mio figlio?'

Il pubblico alla domanda si fece
silenzioso.

Il padre continuò: 'Penso che quando viene al mondo un
bambino come Shay,
handicappato fisicamente e mentalmente, si presenta
la grande opportunità di
realizzare la natura umana e avviene nel modo
in
cui le altre persone
trattano quel bambino.'

A quel punto cominciò
a narrare una storia:

Shay e suo padre passeggiavano nei pressi di un
parco dove Shay sapeva che
c'erano bambini che giocavano a baseball.
Shay chiese: 'Pensi che quei ragazzi mi faranno giocare?'
Il padre di
Shay sapeva che la maggior parte di loro non avrebbe voluto in
squadra
un giocatore come Shay, ma sapeva anche che
se gli fosse stato permesso
di giocare, questo avrebbe dato a suo figlio la
speranza di poter
essere accettato dagli altri a discapito
del suo handicap, cosa di cui
Shay aveva immensamente bisogno.

Il padre si Shay si avvicinò ad uno
dei ragazzi sul campo e chiese (non
aspettandosi molto) se suo figlio

potesse giocare.
Il ragazzo si guardò intorno in cerca di consenso e
disse: 'Stiamo perdendo
di sei punti e il gioco è all'ottavo inning.
Penso che
possa entrare nella squadra: lo faremo entrare nel nono'
Shay
entrò nella panchina della squadra e con un sorriso enorme, si mise su
la maglia del team.
Il padre guardò la scena con le lacrime agli occhi
e con un senso di calore
nel petto.
I ragazzi videro la gioia del padre
all'idea che il figlio fosse accettato
dagli altri.
Alla fine
dell'ottavo inning, la squadra di Shay prese alcuni punti ma era
sempre
indietro di tre punti.
All'inizio del nono inning Shay indossò il
guanto ed entrò in campo.
Anche se nessun tiro arrivò nella sua
direzione, lui era
in estasi solo
all'idea di giocare in un campo da
baseball e con un
enorme sorriso che andava da orecchio ad orecchio
salutava suo padre sugli
spalti.
Alla fine del nono inning la squadra
di Shay segnò un nuovo punto: ora, con
due out e le basi cariche si
poteva anche
pensare di vincere e Shay era incaricato di essere il
prossimo alla battuta.
A questo punto, avrebbero lasciato battere Shay
anche se significava perdere
la partita?
Incredibilmente lo lasciarono
battere.
Tutti sapevano che era una cosa impossibile per Shay che non
sapeva nemmeno
tenere in mano la mazza, tantomeno colpire una palla.
In
ogni caso, come Shay si mise alla battuta, il lanciatore, capendo che
la
squadra stava rinunciando alla
vittoria in cambio di quel
magico
momento per Shay, si avvicinò di qualche passo e tirò la palla così
piano e mirando perché Shay potesse prenderla con la mazza.
Il primo
tirò arrivò a destinazione e Shay dondolò goffamente mancando la
palla.
Di nuovo il tiratore si avvicinò di qualche passo per tirare dolcemente
la
palla a Shay.
Come il tiro lo raggiunse Shay dondolò e questa volta
colpì la palla che
ritornò lentamente verso il tiratore.
Ma il gioco
non era ancora finito.
A quel punto il battitore andò a raccogliere la
palla: avrebbe potuto darla
all' uomo in prima base e Shay sarebbe
stato eliminato
e la partita sarebbe finita.
Invece...
Il tiratore
lanciò la palla di molto oltre l'uomo in prima base
e in modo
che
nessun altro della squadra potesse raccoglierla.
Tutti dagli spalti e
tutti i componenti delle due squadre incominciarono a
gridare: 'Shay
corri in prima base! Corri in prima base!'
Mai Shay in tutta la sua
vita aveva corso così lontano, ma lo fece e così
raggiunse la prima
base.
Raggiunse la prima base con occhi spalancati dall'emozione.
A
quell punto tutti urlarono:' Corri fino alla seconda base!'
Prendendo
fiato Shay corse fino alla seconda trafelato.
Nel momento in cui Shay
arrivò alla seconda base la squadra avversaria aveva
ormai recuperato
la palla..
Il ragazzo più piccolo di età che aveva ripreso la palla
quindi sapeva di
poter vincere e diventare l'eroe della partita,
avrebbe
potuto tirare la
palla all'uomo in seconda base ma fece come il
tiratore prima di lui, la
lanciò intenzionalmente molto oltre l'uomo in
terza base e in modo che
nessun
altro della squadra potesse
raccoglierla.
Tutti urlavano: 'Bravo Shay, vai così! Ora corri!'
Shay
raggiunse la terza base perché un ragazzo del team avversario lo
raggiunse e lo aiutò girandolo nella direzione giusta.
Nel momento in
cui Shay raggiunse la terza base tutti urlavano di gioia.
A quel punto
tutti gridarono:' Corri in prima, torna in base!!!!'
E così fece: da
solo tornò in prima base, dove tutti lo sollevarono in aria
e ne fecero
l'eroe della partita.
'Quel giorno' disse il padre piangendo 'i ragazzi
di entrambe le squadre
hanno
aiutato a portare in questo mondo un
grande dono di vero
amore ed umanità'. Shay non è vissuto fino
all'estate successiva.
E' morto l'inverno dopo ma non si è mai più
dimenticato di essere l'eroe
della partita e di aver reso orgoglioso e
felice suo padre..
non dimenticò mai l'abbraccio di sua madre quando
tornato a casa le raccontò
di aver giocato e vinto.

ED ORA UNA PICCOLA
NOTA AL FONDO DI QUESTA STORIA:

In internet ci scambiamo un sacco di
giochi e mail scherzose senza che
queste ci facciano riflettere,
ma
quando si tratta di diffondere mail sulle scelte della vita noi
esitiamo.

Il crudo, il volgare e l'osceno passano liberamente nel
cyber spazio, ma le
discussioni
pubbliche sulla decenza sono troppo
spesso soppresse
nella nostre scuole e nei luoghi di lavoro.

Se stai
pensando di forwardare questo messaggio, c'è probabilità che
sfoglierai
i tuoi contatti di rubrica scegliendo le persone 'appropriate' o
'inappropriate' a ricevere questo messaggio.

Bene: la persona che ti
ha mandato questa e-mail pensa che TUTTI NOI
POSSIAMO FARE LA
DIFFERENZA.

Tutti noi abbiamo migliaia di opportunità, ogni giorno, di
aiutare il
'naturale corso delle cose' a realizzarsi.

Ogni interazione
tra persone, anche la più inaspettata, ci offre una
opportunità:
passiamo una calda scintilla d'amore e umanità o rinunciamo a questa
opportunità e lasciamo il mondo un
po' più freddo?

Un uomo saggio una
volta disse che ogni società è giudicata in base a come
tratta
soprattutto i meno fortunati.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rosetta

avatar

Numero di messaggi : 101
Data d'iscrizione : 27.02.08
Età : 70
Località : legnano

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Ven Lug 17, 2009 12:49 am

credo che non ci sia niente altro da aggiungere a quanto hai scritto tu.
Vera o falsa che sia questa storia, è un ottimo spunto per riflettere.

Grazie


flower
rosetta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
il_corvo

avatar

Numero di messaggi : 576
Data d'iscrizione : 19.02.08
Località : bassa modenese

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Ven Lug 17, 2009 9:50 am

Scusate eh... Non me ne voglia il vegliardo. Di catene di S.Antonio toccanti e sensibili come questa sono piene le mail di tutti gli utenti.

Ma se ora per sostenere un minimo di dialogo tra di noi dobbiamo ricorrere a ciò, allora il Dolphin è alla frutta!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Ven Lug 17, 2009 12:34 pm

Cool tu dici, corvuccio nostro? Crying or Very sad
Al di là che, comunque, il messaggio a me sembra bello a prescrindere, potrebbe essere la volta buona che una Catena di Sant'Antonio serva a qualcosa... pirat

Io non predico più, ho predicato abbastanza, tanto che, sospetto, a breve un sicario giungerà per terminarmi! Cool Very Happy

Guardate posso persino giungere a Marzullizzarmi: "Fatevi una domanda e datevi una risposta riguardo alla provocazione pennuta..."
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Lonewolf
Admin
avatar

Numero di messaggi : 477
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : ameno villaggio fantasma sulle pendici dell'appennino tosco-emiliano...

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Ven Lug 17, 2009 3:53 pm

a me le catene di s antonio non piacciono!

e le cestino senza leggerle!!!

detto questo
ho letto
e, che sia vero o no il contenuto
non ho scoperto niente di nuovo

la vita fa piuttosto schifo
e c'è sempre chi sta peggio di te

se poi ci metti pure che ci vuole poco per farli contenti e coglionati...

a me sembra tutta una favoletta impiastricciata di buonismo
che mi sembra imperversare on line
dove non costa niente

mentre nella vita normale
chi più chi meno
vedo gran parte della gente
sottoscritto compreso
tirare solo per se
(e spesso con qualunque mezzo)
e magari
se gli dice bene
ogni tanto allegerire la coscienza
con una mano leggera di pietà a buon mercato...

boh, non so
sicuramente è colpa mia
ma la mia coscienza
non è stata turbata
anzi
nello specifico
trovo che regalare gioie effimere
fingendo
facendo teatro
sia ancora più umiliante per chi
è talmente leso da non rendersi nemmeno conto
della recita che lo circonda...

_________________
"l'egoismo dell'uomo occidentale è arrivato al punto in cui siccome nessuno di noi vuole morire, allora quell'uno che lo vuole NON PUO'" - Elly Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://illupocattivo.blogspot.com/
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Ven Lug 17, 2009 7:46 pm

Mah, Lone, in parte comprendo le tue ragioni (anch'io non leggo quasi mai le Catene di Sant'Antonio), ma non del tutto.
Vediamo se ho capito bene il tuo pensiero: "Siccome sono tutte finzioni, la vita fa schifo e siamo tutti egoisti, tanto vale pensare che non si può fare niente per cambiare le cose; il buonismo è esecrabile perché non c'è speranza alcuna di poter essere migliori e tutto si riduce a lustrini; il massimo che si possa realizzare nella vita è allegerirsi la coscienza e non certo tentare un risveglio della medesima; piuttosto che una bella favoletta meglio la dura e cruda realtà: non sarà bella, ma almeno, per Dio, è la realtà!"

Uè Lone, non voglio far polemica, s'intende! Anche perché non so se ho afferrato bene il concetto...
Se ti andrà di continuare la discussione...

Per la cronaca, comunque, il mio secondo intervento, un po' sarcastico, era più che altro una risposta alle considerazioni del Corvo riguardo al sito. Rolling Eyes

Bye, bye.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Lonewolf
Admin
avatar

Numero di messaggi : 477
Data d'iscrizione : 16.02.08
Località : ameno villaggio fantasma sulle pendici dell'appennino tosco-emiliano...

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Sab Lug 18, 2009 2:09 am

la polemica è il sale dei forum, vecchiaccio Very Happy
quindi pure fosse polemica
andrebbe bene lo stesso Very Happy

detto questo:

si
in grandi linee
tagliando con l'ascia
hai ben interpretato il mio pensiero

non credo nelle coscienze che si risvegliano
almeno non nel mondo reale
quello dove si devono pagare i conti
spesso anche quelli delle proprie scelte

proprio ieri ho assistito involontariamente
ad una cena ufficiale di un'associazione fiorentina
che si occupa della povertà nel mondo
con tanto di commensali ben vestiti e ben nutriti
che banchettavano a Fiorentina e tagliate varie
annaffiando il tutto con copiosi calici
di buon vino rosso...

ovviamente il tutto in quel del casentino
mentre in circa venti soci erano in "missione-vacanza"
in quel del casentino
ospiti delle belle case dei frati Camaldolesi
per tutta questa settimana...

la realtà purtroppo è questa

il resto
IMHO
son solo e davvero lustrini
e specchietti per le allodole...

_________________
"l'egoismo dell'uomo occidentale è arrivato al punto in cui siccome nessuno di noi vuole morire, allora quell'uno che lo vuole NON PUO'" - Elly Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://illupocattivo.blogspot.com/
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Lun Lug 20, 2009 11:58 am

Dipende da che lato si guarda la cosa...
intendo che il tuo discorso si è spostato più su enti-caritatevoli-prodighi-di-beneficenza; concordo con te che su questi bisognerebbe fare dei grossi distinguo. il mio ragionamento, però, si era focalizato più su un risveglio personale. Penso che i "sepolcri imbiancati" possano ingannare gli altri, se sono particolarmente abili e senza morale, ciò che non potranno mai fare è ingannare la propria di coscienza. E' chiaro, tu potresti replicare, che certa gente coscienza non ne ha, ma il mio era un discorso più ampio. Insomma, iniziamo a guardare dentro noi stessi: il viaggio non è né breve, né privo di ostacoli. Sbaglio?

"Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 63
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Mer Lug 22, 2009 5:47 pm

In linea di massima mi allineo con la posizione di Lonewolf e sottoscrivo le parole del suo primo post. C'è un mio parente che ogni tanto mi manda una di queste mail, e altre sull'amicizia e sull'amore vero, che io trovo in genere sdolcinate e in qualche modo preconfezionate, un po' come le storie dei film americani con una loro formula ben precisa che si ripete perché ha successo.
Detto questo bisogna riconoscere che al mondo c'è invece tanta, tanta gente, soprattutto donne, che silenziosamente e con infinito amore si occupano di persone disagiate di tanti tipi, prigioniere perché accudiscono un altro, ignorate da tutti, non aiutate in nessun modo. Per loro sento rispetto, tenerezza ed empatia reali.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Mer Lug 22, 2009 7:10 pm

Vorrei solo che non passasse l'idea che il sottoscritto trascorra le sue giornate a leggere Catene di Sant'Antonio sdolcinate, per poi piangere a dirotto.
Il 95% delle suddette viene cestinata istantaneamente. Considerando, però, che questa mi pareva carina, e che la ritenevo valida per dare il là ad alcuni spunti di discussione, ho pensato di dar vita a questo confronto.
Tutto qui.
Bye.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 63
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Mer Lug 22, 2009 8:05 pm

Di fatto è molto bello sentire qualcosa, e di positivo, e sentirsi smuovere un sentimento dentro quale che sia la causa scatenante, e in un certo senso ti invidio e credo che il mio scetticismo sia il risultato di indurimento di pelle, che spero non accada invece a te!
Non mi è passato neanche per la testa che tu passassi la giornata a leggere mail-catene...cavolo ci si conosce o no? Penso di sì, anche se non ci siamo mai visti, forse ci conosciamo più di persone che si vedono ma discutono solo di argomenti superficiali.
Ecco a te...uhm...vediamo...
il solito gatto va!
cat
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Il grande vecchio

avatar

Numero di messaggi : 380
Data d'iscrizione : 18.02.08
Località : Spoon River

MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   Gio Lug 23, 2009 8:59 am

Si, dot, nessun problema, dicevo per chiarire, così in generale.
Oddio, la vita fa di tutto per indurirci, ma non possiamo lasciargliela vinta, no?
Perdenti si, sconfitti no.
Riguardo al gatto, il mio, qui di fianco a me, si sta facendo la toeletta dove non batte il sole, fai un po' te!
Bye.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Catena di Sant'Antonio? Forse finzione, ma cosa c'è di peggio di tante coscienze addormentate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» DOMENICA 13 GIUGNO
» Cosa è "Gold Goblin"?
» Cosa ne pensate delle mie 2 liste quali preferite? 2000't
» cosa è finito in fondo al mare??? 6
» Cosa non si fa quando ci si annoia(land raider selfmade)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Al Dolphin Hotel :: Hall :: Chiacchiere, confronti & consigli-
Andare verso: