Al Dolphin Hotel

Mi accade spesso di sognare l’Albergo del Delfino.
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Il NoBerlusconiDay di Facebook

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Sab Ott 31, 2009 4:36 pm

Generalmente non pubblicizzo niente, ma permettetevi di segnalare a chi non è al corrente che il 9 ottobre un gruppo di blogger ha ideato una manifestazione apolitica per chiedere le dimissioni di Berlusconi. La manifestazione si terrà a Roma il 5 dicembre. Gli iscritti al gruppo su facebook sono al momento oltre 130.000 e oggi in varie città d'Italia si svolge il volantinaggio.

La manifestazione parte dalla rete e non da organizzazioni politiche o sindacali. In questo senso costituisce una novità di grande portata, mi sembra. Il 7 novembre chi vuole può discutere tutto di persona con gli organizzatori potrà farlo, i dettagli sul posto prescelto non sono ancora noti, ma avverrà a Roma.

I giornali non ne fanno cenno, eppure si preannuncia come un fenomeno di una certa dimensione.
Al momento il dibattito è come comportarsi con le associazioni di sinistra che intendono inondare la piazza (della Repubblica) con le bandiere rosse, mentre l'iniziativa parte dalla gente.

Tutti i dettagli li trovate cercando su FB

Una manifestazione nazionale per chiedere le dimissioni di Berlusconi

Io ci andrò, se ci viene qualcuno di voi fatemelo sapere, sarebbe anche una bella occasione per conoscerci o rivederci.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Dom Nov 01, 2009 5:03 pm

mi piacerebbe venire tantissimo, avevo sentito dell'iniziativa e avevo valutato l'ipotesi, anche perché Roma mi manca davvero tanto. però però è proprio il giorno in cui mi trasferisco ( !!!!!! ) quindi niente. ti supporto col pensiero e prometto di venire prima o poi da quelle parti a fare un saluto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Ven Nov 13, 2009 12:32 am

250.000 iscritti ad oggi, pullman da tutta Italia, manifestazioni parallele davanti ai consolati delle capitali europee e perfino in America e in Canada.

La Repubblica.it ne ha parlato oggi (finalmente) e vi copio l'articolo in calce.
Se anche non potete venire, cercate di diffondere l'idea, stampando i volantini che trovate su facebook, e/o scrivendo una mail ai conoscenti. L'iniziativa è davvero bella e gli organizzatori sono riusciti ad evitare strumentalizzazioni da parte di partiti che non si sono appropriati la paternità dell'idea.

L'articolo:

"No B day", quasi 250mila adesioni
in piazza la protesta nata sul web
di CARMINE SAVIANO



ROMA - Quasi duecentocinquantamila adesioni raccolte su internet in un mese. Nasce così il "No B day", la manifestazione nazionale "per chiedere le dimissioni di Berlusconi". Ideata da un gruppo di blogger, incubata nella Rete, alimentata su Facebook, la protesta nasce come reazione agli attacchi del premier seguiti alla sentenza sul Lodo Alfano. Dal 9 ottobre 2009, Silvio Berlusconi critica il Quirinale, attacca i giudici della Corte Costituzionale, accusandoli di essere "comunisti", si definisce "l'uomo più perseguitato della storia", litiga in tv con Rosy Bindi dicendole che è "più bella che intelligente" provocando una rivolta delle donne. A un passo dallo scontro istituzionale, mentre fuori e dentro il Parlamento infuriano le polemiche, un gruppo di blogger decide di dar vita ai propri post.

Aprono un gruppo su Facebook e indicono una "manifestazione nazionale per chiedere le dimissioni di Berlusconi". Ad oggi, dopo un mese, hanno raccolto oltre 235mila adesioni. Una marea che si definisce "apartitica e pacifista" e che si è già data un appuntamento per scendere in piazza: il pomeriggio del 5 dicembre a Roma, in piazza della Repubblica. Si partirà con un corteo per arrivare fino a piazza del Popolo. Poi, in serata, un concerto in piazza San Giovanni, organizzato grazie all'aiuto dei 3mila artisti raccolti in un altro gruppo, "Artisti - No Berlusconi Day".

Su Facebook, infatti, il gruppo principale dei promotori è solo il centro di un network composto da circa 100 pagine. Ognuna di queste rappresenta un comitato cittadino per il "No B Day". Da Torino a Palermo, da Milano a Napoli. Con ramificazioni internazionali: Londra, Barcellona, Amsterdam, Dublino, Parigi, Vienna. E poi San Francisco, Montreal, Sacramento. Tutte città in cui saranno organizzate manifestazioni parallele. Una sorta di "Internazionale antiberlusconiana", raccolta intorno a una considerazione e a un appello finale: "A noi non interessa cosa accade se si dimette Berlusconi" e riteniamo che il "fair play di alcuni settori dell'opposizione, costituisca un atto di omissione di soccorso alla nostra democrazia. Berlusconi deve dimettersi e difendersi davanti ai tribunali".


In queste ore i "blogger democratici" sono alle prese con l'organizzazione dell'evento. Autobus da ogni parte d'Italia, striscioni e volantini, il corteo e il concerto. Con un occhio di riguardo per il luogo da cui tutto è partito, il web. Nel sito ufficiale del "No B Day" sono disponibili informazioni e materiali, oltre alla possibilità di contattare gli organizzatori per risolvere problemi logistici. C'è chi vuole i volantini, chi cerca un passaggio per Roma, chi si prenota per suonare in Piazza San Giovanni. Il colore viola farà da sfondo a tutte le iniziative. Perché "il viola non è solo il colore del lutto, ma anche quello dell'energia vitale, dell'autoaffermazione".

Per testare la capacità della macchina organizzativa, sono in corso in questi giorni "anteprime del "No B Day", in molte città italiane. E nelle ultime ore si sta mettendo a punto l'aspetto sicurezza, per "evitare infiltrazioni facinorose e violente". Insomma, sin dalle origini e dai preparativi quella del 5 dicembre si annuncia come la più grande iniziativa politica di protesta nata dalla base degli utenti del web.

Alla manifestazione hanno già aderito alcune forze politiche. Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, ha confermato la sua presenza, così come il segretario di Rifondazione comunista, Paolo Ferrero e il Partito dei comunisti italiani. Il Pd ha invece declinato l'invito a partecipare, per questo sul web molti iscritti al partito chiedono al neo segretario di cambiare idea: "Spero che Bersani accolga il nostro invito, saremo in tanti del Partito democratico a partecipare alla manifestazione".
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Dom Nov 15, 2009 5:15 pm

Buongiorno dolphiniani...ben svegliati eeeh?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Dom Nov 15, 2009 7:14 pm

sentito che 'è anche il SìBERLUSCONIdAY? stesso giorno stesso posto...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Dom Nov 15, 2009 9:59 pm

Ehm...no...io non avere capito...cosa intendi? Dove l'hai letto?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
senza



Numero di messaggi : 305
Data d'iscrizione : 12.04.08
Località : venezia

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Nov 16, 2009 1:04 pm

l'ho letto su facebook
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Mer Nov 25, 2009 12:16 pm

Vedo che alcuni di voi sono presi attività legate a successi personali, e sono contenta per voi. Poi non vedo tanti di voi, assenti sul dolphin da qualche tempo. Tuttavia mi meraviglio che solo una persona abbia risposto a questo thread, perché avevo l'impressione che anche le tematiche di natura politica vi interessassero.

La manifestazione del 5 dicembre è un fenomeno originale, probabile modello di proteste future, prima ancora che si realizzi. Oltre a Roma si terrà davanti alle ambasciate itaiane di 36 città in Europa, Americhe, Asia. Pullman da tutta Italia porteranno i manifestanti. La manifestazione è apartitica e il colore dominante sarà viola. Di Pietro, Beppe Grillo, Dario Fo, Rifondazione e varie associazioni ADERISCONO, ma non parleranno sul palco e nessuno di loro potrà vantare la paternità dell'evento, promosso e dffuso dalla rete. Nel PD molti verranno a titolo personale.

Il numero degli iscritti attraverso facebook è ora 350.000, naturalmente non tutti saranno presenti quel giorno, tuttavia, anche a detta della stampa italiana e straniera, questa si preannuncia come la più grande manifestazione originata da internet, dalla gente comune. Nasce dal disgusto per il comportamento di un premier che manipola le leggi ad uso personale, ha un eccessivo controllo sull'informazione e una vita personale di discussa moralità che lo sta portando al divorzio.

Ecco...posto quest'ultimo intervento sperando di suscitare interesse in voi.

@senza: il "SìBerlusconiDay" è naufragato, avendo raccolto 102 iscritti, e nel sondaggio 97% di contrari...ihihih
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
smoje

avatar

Numero di messaggi : 240
Data d'iscrizione : 11.07.08
Età : 43
Località : l'aquila

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Mer Nov 25, 2009 1:44 pm

ciao dot, se rientro tra quelli "presi attività legate a successi personali", mi permetto di dissentire, le mie attività sono molteplici, lavoro, mal di schiena (ieri e oggi), presentazioni, cure alla mogliettina bisognosa, viaggi quotidiani per mancanza di casa, ecc, ma il mio antiberlusconismo è forte, radicato, immenso e puzzolente. se riesco sarò a roma (ma il sabato è uno dei pochi giorni in cui non viaggio, considerando che il giorno dopo sarò a roma per la fiera della piccola editoria), spesso invece non riesco a rispondere ai trèd
baci
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Mer Nov 25, 2009 4:21 pm

Oh che bello, una risposta! Senti smo, ma questo vale anche per gli altri, se hai bisogno di ospitalità dispongo di un monolocale, ma a un'ora da Roma, riservato ai VIP! L'unica cosa che non posso offrire è un paio di escort ihihihihih

Sono contenta che tu sia come hai detto che sei!
Mi dispiace per il mal di schiena e gli altri problemi, speriamo che torni almeno in salute prestissimo.
bai bai
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
melitta

avatar

Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 62
Località : Venezia e Milano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Mer Nov 25, 2009 5:12 pm

Ah, credo che a questo punto il maldischiena sia endemico, visto che ne ho patito per quindici giorni Crying or Very sad
Ma non di solo maldischiena trattasi, nel mio caso.
In realtà non mi sono informata con la consueta verve su questa manifestazione e, di conseguenza, ancora non ho capito se, potendo, vi parteciperei o no.

Per chi non conoscesse i miei trascorsi giovanili, io sono cresciuta a pane e manifestazioni: cortei studenteschi, scioperi, occupazioni, non mi sono mai fatta mancare nulla.
M quella volta si manifestava sì CONTRO qualcosa o qualcuno (il ministro della pubblica istruzione o distruzione, che dir si voglia), ma anche e soprattutto si scendeva in piazza PER qualcosa (il diritto allo studio, le riforme, il pre-salario agli studenti lavoratori ecc.). Ovvero, sui due piatti della bilancia si metteva da un lato una realtà sgradita e dall'altro una proposta di miglioramento.
Questo per noi significava DIALOGARE.

Sono passati parecchi lustri e, se da un lato si è appassita la mia vena barricadera, dall'altro è rimasta viva la mia voglia di dialogare.
Il VAFFA-DAY non mi era piaciuto. O meglio, ne avevo apprezzato lo spirito goliardico e liberatorio dai rospi che portavamo sullo stomaco. Stop.
Questo No-Berlusconi day mi sembra un po' una replica di quel VAFFA. Goliardico e liberatorio; libera manifestazione di dissenso; discesa in piazza di un'opposizione quanto mai eterogenea e disgiunta da diktat di partito; e mille altre cose ancora.
Sarà un segnale forte? Vedremo.
Servirà a cambiare qualcosa? Dubito e stradubito.
Perché anche se a Roma confluissero tre milioni di manifestanti, media e mass-media diranno che comunque sono rimasti a casa altri 59 milioni di italiani, che adorano il premier e lo voteranno qualsiasi cosa egli faccia, farà e abbia in mente di fare. E che il suo gradimento nei sondaggi è schizzato al 92%.
Ovvero: come prima e peggio di prima.

Pessimista e qualunquista. Sì. Ma anche questo non dipende dal maldischiena. geek
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
il_corvo

avatar

Numero di messaggi : 576
Data d'iscrizione : 19.02.08
Località : bassa modenese

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Gio Nov 26, 2009 1:14 pm

Se non sta sulle balle a me Berlusconi non lo sta a nessuno. Però mi sento di condividere l'intervento di Melitta. Il Sig. B in questi ormai lunghi, lunghissimi anni di ribalta politica ce ne ha fatto vedere un pezzo di tutti i colori. Ma a cosa è servito? Più a me (e a una fetta anche importante d'Italia) sembra che abbia oltrepassato ogni limite di decenza, più trova proseliti. C'è anche chi lo ha proposto per un premio Nobel.
Cosa servirebbe portare in piazza anche, diciamo, un milione di manifestanti? In democrazia le partite si giocano (e si vincono) nelle urne elettorali. A seguito di questa manifestazione chi la pensa diversamente non cambierà idea e chi è indeciso ha comunque bisogno di dialogo, non di urla e di sfottò.
Inoltre, e non è cosa da poco, io come uomo di sinistra mi sento alquanto demotivato vedendo che ai vertici nessuno riesce a proporre qualcosa di più accattivante e credibile di quanto ci sia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
melitta

avatar

Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 62
Località : Venezia e Milano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Gio Nov 26, 2009 6:33 pm

Bene. Anche il waltercorvetto ha detto la sua Smile e mi fa piacer che coincida con la mia Cool

A questo punto credo sia il momento di spiegare perché non mi ero interessata a questa faccenda "con la consueta verve".
Mi è bastato leggero l'appello finale degli organizzatori del No B Day (riportato anche da Dot laddove cita l'articolo di Repubblica) per sentirmi cascare le braccia.
L'appello dice: "A noi non interessa cosa succede se Berlusconi si dimette."
Ah.
Non vi interessa?
Fatemi capire: chiedete una cosa e non ve ne frega niente delle conseguenze? Non chiedete: si torni alle urne! Si metta un altro al suo posto! Si indica referendum consultivo! Si voti col televoto! geek
No. Non ve ne frega niente e basta. Il DOPO non vi riguarda.
Capperi, siamo italiani, siamo tutti a bordo del Titanic e non ve ne frega una cippa lippa di ciò che accdrebbe se la vostra proposta venisse accolta?
A me sembra una dimostrazione di superficialità e di irresponsabilità. Ho detto: sembra. Dispostissima a cambiare opinione, intendiamoci. Ma spiegatemi allora che cosa ha di diverso questo No B Day da un Vaffa Day.
Forse serve solo a far alzare ulteriormente i toni? A spaccare ancora di più l'Italia in due? A "sperare" che ci scappi il morto in modo da strumentalizzare la cosa nel miglior modo possibile (da una parte e/o dall'altra)? Oh, ma ve lo ricordate che cosa è successo nel 2001 a Genova?

Se non si fosse capito: sono preoccupata per quanto potrebbe accadere il 5, e anche molto spaventata.

elephant
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Gio Nov 26, 2009 10:48 pm

Mi viene da dire che con la preoccupazione e con lo spavento non cambieremo mai niente. E neanche con lo stato di apatia che si è instaurato, guarda caso, nel periodo in cui Berlusconi è stato al potere, ha inaugurato la tv-intrattenimento e fatto imbambolare la gente.
Però...consiglio a te, melitta, e agli altri di andare a leggere qualche commento a caso ( sono migliaia di migliaia, perché ad ogni nuovo post sono decine). E' stato proprio il tono, l'entusiasmo, il crederci, il volere sognare che mi hanno fatto pensare che là sotto, da qualche parte, c'è una forza vitale, di gente onesta disgustata dal fenomeno del berlusconismo. La manifestazione per la libertà di stampa mi è sembrata scaturire da questo tipo di protesta che possiamo chiamare culturale se vogliamo, molto lontana da quella preparata nelle sedi dei partiti. Berlusconi non è solo un capo di governo, è uno che minaccia la libertà d'informazione e che manipolando le leggi a suo favore rappresenta una figura al limite della democrazia. E parte degli italiani, di solito pazienti, avverte un senso di minaccia nell'aria, e anche un senso di ingiustizia. Tra questi addirittura vescovi ( se vi ricordate i conflitti quest'estate) , e riguardo al ddl, una grand parte di intellettuali, studiosi, scienziati e persone di spicco a causa dei loro meriti.

Gli appelli che La Repubblica lancia - ultimo quello di Saviano - mi sembrano l'avvicinarsi di un modo nuovo di fare politica, immediato e che coinvolge individui famosi e gente comune, uniti dallo stesso obiettivo.

Il No-B-Day è ancora più diverso, perché non parleranno politici o sindacalisti. Quello che si chiede - le dimissioni del premier - va molto oltre la rivendicazione salariale o la protesta per la riforma della scuola - è più in alto, è più difficile da ottenere, ma è più importante!
Per l'obiettivo e per i modi il fenomeno è talmente nuovo che stamattina alla conferenza stampa del NBD c'era una giornalista giapponese che diffonderà la cosa nel Sol Levante. Io sono andata alla conferenza, e in questi giorni nei ritagli di tempo ho scritto a vari giornali e riviste di lingua inglese per invitarli a pubblicizzare l'evento. Uno degli speaker ha detto che rappresenta l'emergere del web2, cioè dei giovani (prevalentemente) che si scambiano idee non nei partiti ma con internet, con il social network.

Gli organizzatori non hanno parlato di numeri, ma sarà grande, proprio grande. E davanti ai fenomeni nuovi ci si stupisce e si rimane disorientati, comprese le persone che sono al potere.

Il dopo 5 dicembre? Sarebbe peccato non utilizzare tutta la nuova energia, e non credo che succederà. Si potrebbe pungolare la sinistra ufficiale perché presenti una mozione di sfiducia verso Berlusconi, in quanto indagato in diversi processi. Questa è solo un'idea che ho sentito, io certamente idee non ne ho, ma non è la mia generazione che deve averle bensì i ventenni e trentenni di oggi.

Se anche questo evento servisse solo per far svegliare la sinistra ( come mai in 15 anni nessuno ha mai proposto una legge relativa al conflitto di interessi?), per dare il messaggio: o ti svegli dal tuo bel sonno e ci rappresenti, o scordati di noi, sarebbe già un bel risultato.

Ripeto: leggete i commenti e ditemi se non emanano un'aria di fresco.

P.s. Grillo non mi è mai piaciuto, col suo linguaggio scurrile e la non chiarezza su a cosa servissero le sue dichiarazioni. Tuttavia il fatto che un personaggio abituato ad essere osannato accetti di essere uno tra i tanti a questa manifestazione gli fa onore. E dovrebbe anche dire qualcosa sulla bellezza dell'iniziativa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
melitta

avatar

Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 62
Località : Venezia e Milano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Ven Nov 27, 2009 2:46 am

Hai ragione, Dotty: con la preoccupazione e lo spavento non si cambiano le cose. Ma grazie alla preoccupazione e allo spavento si evita di lanciarsi in imprese che potrebbero avere risvolti catastrofici. Chi si preoccupa delle conseguenze è prudente; chi non lo fa è incosciente.
Dopo aver letto questo tuo intervento, sono ancora più preoccupata e spaventata di prima (ma sono problemi miei e me li tengo).

Io non sposo un'idea o un'iniziativa solo perchè è FRESCA, capace di suscitare ENTUSIASMO in 350.000 iscritti a FB, e sostenuta da persone di spicco. Sposo un'idea solo se mi garba e se supera l'esame della mia (zoppicante, miserella, ma MIA) ragione. Ogni mia scelta politica deve superare il vaglio della ragione, senza farsi influenzare da fattori emotivi (= la contagiosità dell'entusiasmo altrui) o appelli all'ipse dixit (= se quello là, che è un cervellone, aderisce, allora aderisco anch'io).

E mi disorienta sentirti dichiarare: "io idee sul dopo non ne ho, non è la mia generazione che deve averle, ma i ventenni o trentenni d'oggi." Questo a parer mio significa ritenere inadeguato il proprio cervello e metterlo volontariamente in cantina. Abdicare alle proprie responsabilità. Affermare di esistere solo come "corpo presente alla manifestazione" e non come testa pensante. Significa anche essere disposti a farsi usare e strumentalizzare da chi trarrà vantaggio da questa manifestazione (perché da fenomeni mediatici di tale importanza ci sarà sempre qualcuno che trarrà vantaggio e qualcuno che si troverà cornuto e mazziato).
Nella Rivoluzione francese apparentemente la rivolta partì dal basso; ne conseguì prima il Terrore e poi Napoleone. Rileggiamo ciò che è accaduto ieri: sta nel nostro passato la chiave di volta per comprendere il presente e fare previsioni sul futuro. Quando la gente scende in piazza, qualcuno avrà sempre il suo tornaconto.

Dotty, ne abbiamo già parlato nell'altro thread sulla spettacolarizzazione della società: che cos'è questo No B Day se non una colossale spettacolarizzazione del dissenso nei confronti del premier?
E se non sbaglio, di là sostenevi che questa spettacolarizzazione ti garba poco; adesso invece ti garba assai? Per carità, ciascuno è liberissimo di cambiare opinione, però...

Ultimissima: se questa manifestazione dovesse servire a dare una svegliata al PD e a farlo impegnare in un'opposizione finalmente mirata alla risoluzione del conflitto di interessi del premier, allora la manifestazione bisognerebbe farla sotto le finestre della sede del PD; o la logica è sbraitare con la nuora affinché la suocera capisca? La suocera (= PD) ha già capito: e lo ha capito dai milioni di voti che ha perso alle ultime elezioni. Voti che sono convogliati... dove? Fatalità, proprio nel serbatoio di chi ha fortissimamente voluto il No B Day geek E che, grazie anche al risalto mediatico di questa iniziativa, diventerà il vero leader dell'opposizione king
Come dire: lo vedi che qualcuno ci guadagna?

Parere personale, eh.
elephant
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Ven Nov 27, 2009 5:00 pm

A volte ( ma in particolare proprio qui) mi chiedo se c'è qualcosa nella mia personalità che ispira gli attacchi personali! Voglio dire, ho voluto condividere con voi l'entusiasmo per un'iniziativa che ritengo giusta e necessaria, e mi sento rispondere che se seguo gli altri non ho un cervello mio e cose simili. Tu melitta crei iniziative proprie? O segui, a seconda del tuo giudizio, quelle che ti convincono? E perché non dovrebbe essere altrettanto per me? Affermare che è la nuova generazione a venir fuori con le idee più "moderne" non significa essere acritici, ma modesti, da quando mondo è mondo sono i giovani la maggior forza propulsiva per i cambiamenti. Ma non vuol dire neanche che sono d'accordo con loro perché sono giovani e entusiasti, anche i fascisti li possono essere no?
Ho cercato più che altro di trasmettere la mia visione sull'assoluta novità dell'evento e sul fatto che è provocato dall'assoluta arroganza del premier.

No, non vedo la protesta come spettacolo, sono invece contraria all'uso di artisti e musiche nell'ambito della manifestazione, ma è stato deciso invece che ci saranno prima e dopo gli interventi nella piazza d'arrivo, Piazza del Popolo. Evidentemente la diffusione dell'elemento spettacolare o di intrattenimento in ogni possibile sede ( conseguenza del periodo berlusconiano) è dura la scalzare. Invece il fatto che parleranno persone comuni mi sembra ottimo.

Beh, visto che anche questa volta ci sono dei toni polemici personali anziché una serena discussione, mi fermo qui e mi dedico alla diffusione dell'idea in cui credo continuando con le mie lettere alla stampa estera. Spero però che tu comprenda, melitta, che quello che hai scritto può essere offensivo.

Sulle pagine di facebook e sul sito del NBD si pò constatare l'incrinatura che l'iniziativa ha provocato nel PD prima ancora che diventi realtà.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
melitta

avatar

Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 62
Località : Venezia e Milano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Ven Nov 27, 2009 5:25 pm

Dotty, non era assolutamente mia intenzione scagliare un attacco personale nei tuoi confronti: sai che ti stimo e, se non te lo ricordi, ti ripeto che ti stimo. (Pax!)

Ho riletto i miei interventi più volte e non vedo assolutamente dove potrei averti attaccata. Ho solo espresso la mia opinione sulle tue affermazioni (tra l'altro, sei tu che hai più volte sollecitato un dibattito su questo argomento, rammaricandoti del fatto che questo thread fosse caduto nel silenzio; pensa un po', sono intervenuta proprio perché volevo farti contenta... Mannaggia a me!) E comunque, non ti ho rivolto nessun epiteto ingiurioso. Ho espresso il mio punto di vista e stop. Non coincide col tuo? Pazienza. I fatti mi daranno torto? Benissimo. Ammetterò di avere preso una cantonata. Mica sono infallibile, sai.

Dialogare significa confrontarsi; ammettere che l'altro la pensi in modo diverso e riflettere sulle sue obiezioni. Io ho riflettuto su quanto hai scritto e ti esposto il mio parere; se te la sei presa perché abbiamo diverse vedute sul tema, mi dispiace. Ma non ti ho insultata né attaccata.
Ti ho forse detto di non andare alla manifestazione? Sei liberissima di fare quello che meglio credi. E se l'entusiasmo altrui ti fa stare bene, sono felicissima che tu stia bene.
Buon 5 dicembre a te e a tutti!

flower
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Sab Nov 28, 2009 4:42 pm

Allora, Fiorella ed io ci siamo scambiare quattro amichevoli parole via mail: grr, ti odio, no, io di pù, come ti permetti, e tu invece...non capisci proprio niente...e adesso siamo amiche come prima!

Perciò vi posto una piccolissima collezione di commenti sparsi della gente, i primi generali e i secondi riguardanti la non partecipazione di Bersani.
Ciao ciao
El sior Dot


…non si sono ancora resi conto che la manifestazione non è solo contro Berlusconi. Non hanno capito che qui si inizia a rompere gli schemi di una politica vecchia. Non sanno cogliere il messaggio reale.

proviamoci e facciamo vedere alle persone come… che l'italia va avanti grazie al lavoro delle persone oneste come noi che si alzano alla mattina per portare a casa uno stipendio sudato e non rubato come gli amici di berlusconi. noi abbiamo il fisico stanco voi solo la lingua
il 4 berlusconi non si presenterà al processo mills per legittimo impedimento.Coniglio codardo vigliacco schifoso. E meno male che, all'indomani della caduta del lodo alfano disse "mi presenterò in tribunale e gli sbugiarderò tutti, gli farò vedere di che pasta sono fatto.." Di pastafrolla è fatto.. o pastamerda

…Barbara D'Urso è solo l'ultima di una serie. Il rincoglionimento dello spettatore il nano l'ha ordinato dagli anni 80 per preparare bene il terreno per la sua scesa in campo. Dopo vent'anni di lavaggio con candeggina la materia grigia delle masse del nostro paese è bell'e sbiadita
3 ore fa


nn avevo soldi per esserci,ma ho fatto di tutto e ci saro' sia pure l' unica cosa che faro'

Rimedio un drappo viola e arrivo !!!!!!!!

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Da “La Repubblica.it” sotto l’articolo
No B-day, la piazza spacca i militanti Pd
"Bersani sbaglia, dobbiamo esserci"

Bersani scendi in piazza. Basta con gli atteggiamenti equivoci. L’opposizione si fa anche in assenza di bizantinismi intollerabili. Va e fatti sentire. Oppure preferisci dissentire spiegando le tue ragioni a Porta a Porta?

Una volta si diceva che bisognava interpellare la base, adesso invece il segretario decide per tutti. E' una contraddizione perchè questi signori hanno voluto le primarie come segno di democrazia. E come segno di democrazia potevano fare un piccolo sondaggio tra militanti, iscritti e non e non iscritti e chiedere se bisognava partecipare o no alla manifestazione. Sono pentito di aver votato Bersani. La manifestazione è sacrosanta e non vedo affatto quale possa essere il danno che ne deriverebbe al PD partecipandovi. Questi signori non cambieranno mai, vogliono scomparire del tutto, non sanno e non vogliono sapere ciò che vuole veramente la gente, non si sono mai chiesti il perchè di questa enorme emorragia di voti. Sono fuori dalla realtà ed è grazie a loro se abbiamo questo governo.

non si puo chiedere a bersani di partecipare ad una dimostrazione che proviene dalla base civica ; lui e' abituato ad ordini che vengono dall'alto come nella vecchia nomenclatura. Ma a chi si deve opporre una opposizione ? a mio nonno? ci si dimentica di come berlusconi ha fatto una opposizione dura a Prodi senza risparmiare niente? Ma bersani pensa che giocando alle "educande" intimorira' berlusconi ? bersani, guarda che berlusconi si sta scompisciando dalle risate pensando all'opposizione. dimentica d'alema, veltroni, ed altri e schierati con i cittadini: e' il momento perche' la situazione si fara' seria giorno dopo giorno. Parlate di sconfiggere berlusconi con una alternativa : primo non sapete di cosa state parlando secondo berlusconi continuera' a scoppiare dalle risate terzo vi schiaccera' sotto i suoi tacchi : anche all'estero dicono che non esistete.. sveglia o sarete perdenti per sempre. i cittadini vanno per la loro strada faranno la vera opposizione : capito?

Ieri sera ho guardato Anno Zero, mi veniva da piangere mentre sentivo Bersani che esponeva le sue NON IDEE. Un vuoto totale su ogni fronte. Una desolazione. Costoso o no, è obbligatorio essere a Roma il 5 dicembre. Anche per far capire "all'opposizione" che così non si può andare avanti. Per chi non se ne fosse accorto, è in atto un colpo di stato, silente ma sempre colpo di stato...italianiii svegliaaaaaaaaaaaaa

• ma se l'opposizione è per sua natura opposta al partito di governo, perchè non si oppone al leader del partito di governo? sbaglio io, o c'è davvero qualcosa che non quadra in questo marasma che è l'Italia?
• ...ieri ho fatto un salto nella storica sezione del pd di ponte milvio per chiedere gentilmente di cancellarmi dalla mailing list in quanto non più interessato a seguire le vicende di un partito che a parer mio non fa opposizione a berlusconi. Come motivazione ho aggiunto che il non schierarsi a favore del NO-B-DAY sia stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso; sapete la risposta della cortese signora, anch'essa sconsolata, alla mia motivazione?....il pd non scende in piazza nel no-b-day perchè non è una cosa organizzata da loro!!!!!....A questo punto credo che mi dimetterò definitavente come elettore italiano, sperando che il giorno in cui lo faremo in tanti ci libereremo finalmente di questa finta democrazia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
rosetta

avatar

Numero di messaggi : 101
Data d'iscrizione : 27.02.08
Età : 69
Località : legnano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Nov 30, 2009 12:13 am

Cara Dot,
sono in difficoltà!

Quando ho letto il tuo post, a pelle sono stata tentata di risponderti subito e dirti vengo anch'io (non è molto che sono stata ad una manifestazione a Roma), ma con la testa devo dire no.

Oggi, in questo particolare momento politico ed economico, penso non sia utile scendere in piazza solo per dire no.
Occorre avere un chiaro progetto alternativo. E non mi sembra ci sia.
Sono iscritta a un partito d'opposizione (PD) e prima ancora ero iscritta a un altro partito (PSI) che mi ha insegnato soprattutto il valore dell'uomo, delle differenze e della libertà. Mi ha insegnato a sviscerare i problemi e ad affrontarli nella loro complessità (Il PSI degli anni settanta non era il PSI degli anni novanta!). Ebbene, in quegli anni sono andata in piazza moltissime volte, ma allora aveva un senso, aveva un senso anche rischiare di essere presi e picchiati. perché si andava per obiettivo concreto, che poteva essere una conquista sociale, un diritto (divorzio, 194, statuto dei lavoratori, parità uomo donna, operai impiegati, etc.)

In questo caso non mi sembra sia la stessa cosa: E poi trovo questa proposta abbastanza pericolosa.

Certo, alcuni personaggi importanti alla fine diranno si e andranno, giacché ci devono essere in questa società dell'apparire e dell'immagine dove tutto è spettacolo.
E poi?
Ammesso che non succedano incidenti gravissimi, che risultato otteniamo?
abbiamo detto no a Silvio.
Bene, se per questo diciamolo con la rete!

E poi, pur dando per scontato che ci sarà una grandissima partecipazione, quale sarà il risultato?
Al massimo lo racconteranno alcuni giornali e qualche tv. E poi?
Cambierebbe qualche legge? qualche decreto? qualche provvedimento?
aumenterebbero i posti di lavoro? cambierebbe la riforma della scuola?
Secondo me, no.

Ecco, io credo che la piazza conti quando oltre alla protesta si porti anche una proposta. E qui non vedo proposte, ma solo provocazione.

Scusami Dot, forse sono un po' vecchia, ma io mi muovo quotidianamente in mezzo a gente che pur essendo in difficoltà ha per Berlusconi un'adorazione.
Non è combattendolo in questo modo che facciamo cambiar loro idea.
Anzi lo difenderebbero a spada tratta, ancor più di adesso, direbbero che noi lo vessiamo, che poveretto è un perseguitato.
Non è una barzelletta, è una triste e amara verità.


scusami se mi sono infervorata.
Per me la politica è importante e ancor di più la libertà. Fremo e tremo all'idea che qualcuno me la può mettere a rischio e tuttavia oggi penso che questa manifestazione non sia opportuna.

Un abbraccio

Rosa, anzi Rosetta flower
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
smoje

avatar

Numero di messaggi : 240
Data d'iscrizione : 11.07.08
Età : 43
Località : l'aquila

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Nov 30, 2009 12:21 pm

io TEMO che le urne ormai siano una menzogna
e TEMO che abbia ragione bennato: ci servono le bombe
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dot

avatar

Numero di messaggi : 220
Data d'iscrizione : 18.03.08
Età : 62
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Nov 30, 2009 2:20 pm

Mi fa piacere sentire le vostre risposte. Dobbiamo aspettare un po' di tempo dopo il 5 dicembre per vedere se e cosa accade. Insomma il classico: "ai posteri l'ardua sentenza".
Sai rosetta, anch'io non sono di primo pelo, a 55 anni. A parte la manifestazione sulla libertà di stampa non sono andata a nessuna da quando ero giovane. Solamente, vedo ( o mi piace semplicemente vedere?) questa come diversa. A quella sulla libertà di stampa sono rimasta delusa perché si facevano i soliti discorsi con tono artificioso e spento, meccanico direi, solite frasi in stile sindacalista e ascoltatori distratti. Tuttavia l'obiettivo della difesa dell'informazione mi è sembrato sacrosanto e diverso da rivendicazioni salariali ( per carità, sacrosante in molti casi) e critiche ai ministri dell'Istruzione.

Su Repubblica, ultimamente, ci sono appelli a firmare, intellettuali e gente comune, per una causa comune, dalla difesa della dignità della donna in seguito all'atteggiamento di Berlusconi verso Rosy Bindi, all'appello di Saviano. Mi sembra anche questo un modo più attuale di affrontare le questioni politiche e culturali.

Il No-B-day si inserisce in questo tentativo di novità. Non lo dico solo io, se ne domanda gli esiti, ad esempio, il giornalista e scrittore Alessandro Gilioli, che così scrive su Piovono Rane dell'Espresso Blog:

Un imprevisto della storia

Forse sta succedendo qualcosa che nessuno si aspettava, in questo pigro paese.

Un’idea proposta da illustri sconosciuti, in Internet, rischia di diventare l’evento politico più significativo dell’anno.

Io non so quanti saremo il 5 dicembre a Roma, ma sono impressionato dalla forza virale che mi pare stia prendendo l’iniziativa, con dozzine di gruppi nati solo per organizzare pullman e per partire insieme da ogni città d’Italia. Più i tanti sit-in in altrettante città straniere, da New York a Londra, da Budapest a Sydney, da Stoccolma a Berlino: per far vedere al mondo che l’Italia non è solo quella dell’utilizzatore finale.

Chissà se davvero sabato 5 a Roma e altrove si farà un pezzettino imprevisto di storia.

Comunque io ci sarò.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Può darsi che lui, io, i 350000 iscritti, tutti quelli che prendono una nave dalla Sardegna o un treno o un pullman da tutta Italia stiamo prendendo una cantonata, e no, non servirà a niente, ci siamo sfogati e basta. Che "togliere il cancro, e poi penseremo alle metastasi" come ha scritto un blogger, sia mera illusione. Può darsi. La mutante posizione di Bersani però, non può essere dettata solo dalla voglia di perdersi uno spettacolo...qualche tempo fa ha concesso ai suoi di partecipare, in maniera paternalistica; Sofri ha scritto che lo ha fatto come un professore di greco che permetta a uno studente di andare alla toilette pur sapendo che ci va per fumare o saltare l'interrogazione...ieri però, Bersani ha detto: "se nessuno ci mette il cappello, se nessuno punta a creare una frattura delle opposizioni facendo un regalo al premier, saranno presenti militanti e dirigenti democratici" Domani magari dirà: "Sai che? Già che ci sono vengo a dare un'occhiata di persona!" La verità è che la frattura è stata già creata, come stimolo e pungolo a fare opposizione vera e non annacquata, e anche per dire "Ehi, lassù ai vertici...ci siamo anche noi eh?".

Io non credo che ci saranno manganellate o scontri, se non altro perché troppe persone di spicco parteciperanno, e poi perché la manifestazione sarà ripresa dai media italiani e stranieri.

Insomma, vedremo...se mi sono sbagliata completamente lo ammetterò, se farò parte di un movimento storico che sta appena ora prendendo forma, tanto meglio!

Nel primo caso, si saranno sbagliati anche Dario Fo e Franca Rame, Grillo, Di Pietro, i dirigenti del PD, e questa blogger che abita in Spagna e dice:
"Ho chiesto un giorno libero al lavoro e faró 400 km x andare all'ambasciata italiana di barcelona e manifestare lí!! (e ritornare indietro dopo qualche ora)"
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
zerodue



Numero di messaggi : 22
Data d'iscrizione : 22.02.08
Età : 41
Località : Berghem de hota

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Dic 14, 2009 1:01 pm

Sarebbe bene, oltre che pubblicizzare eventi dal nobile spirito d'iniziativa, prendersi la briga di seguire l'evolversi della cosa.

Questo quanto scritto sul sito di "noberlusconi" o meglio definito "Popolo viola". Solo due piccole considerazioni:

L'uso della parola collettivo, e della parola popolo mi puzzano di qualcosa di politico...mah...mi auguro che non sia solo una testa di ponte (apparentemente apartitica) per i soliti...spero sia solo questione di mio raffreddore.
L'entusiasmo respirato da DOT c'è, si sente e non deve esser dimenticato. Non è una manifestazione da 1.000.000 d'italiani che cambia Berlusconi. Rimango in "dolce" attesa di vedere il concretizzarsi di questo sogno viola e da parte mia attendo in riva al fiume: spero che il viola non perda la parte di blu e diventi rossa o non si bruci e diventi nera.

Eccovi l'ultimo aggiornamento:

La rivoluzione viola si sta espandendo. Sono tantissimi i gruppi locali sparsi su tutto il territorio nazionale. Altrettanti si stanno mobilitando su temi specifici. Nessuno può controllare questa onda che si sta propagando alla velocità delle idee.
L’emozione ha lasciato spazio alla voglia di fare. E’ chiaro che – in questa fase – nessuno può pensare di dare indicazioni su cosa fare e cosa non fare L’unico compito necessario è quello di garantire l’autonomia del popolo viola.
Sono tante le idee che quotidianamente vengono postate nelle nostre pagine, tanti i progetti. E’ questa la nostra intelligenza collettiva e dobbiamo sfruttarla fino in fondo. L’unica raccomandazione è verificare la reale fattibilità e la reale efficacia delle idee proposte prima di lanciarle. Come abbiamo dato il via all’autorganizzazione, così dovremmo imparare una sorta di autocontrollo. Per non riempire di idee balsane e poco realizzabili le nostre discussioni. Comunque le idee migliori marceranno con le loro gambe, supportate dal nostro entusiasmo. Lavoriamo in maniera progettuale ed otterremo il nostro obiettivo. Dobbiamo continuare a creare un collegamento tra tutti questi nodi tematici e locali. Sarebbe anche bello che ciascun gruppo (oltre a cambiare il nome in “Il popolo viola di…”) riuscisse a trovare un momento conviviale di festa e ragionamento sul da farsi. E sarebbe bello che in queste riunioni si invitassero una o più persone di gruppi limitrofi per territorio o argomento. Per mantenere i collegamenti. E questo potrebbe essere replicato per tutte le città dove è presente un gruppo locale.
In questa maniera possiamo creare legami forti e utili alla circolazione delle idee.
Sarà necessario poi pensare quanto prima ad un appuntamento che – nelle modalità innovative che ci siamo sempre dati – permetta un momento collettivo di riflessione e di progettualità."



A chi è interessato l'argomento ritengo sia da monitorare al pari di Grillo. Credo sia giusto dare un minimo di tempo a questo entusiasmo, prima di giudicare e fugare ogni dubbio o considerazione. Il rischio di un'ennesima delusione è alto, ma...Non fa male di certo parlarne.

Grazie Dot.

Enrico
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
melitta

avatar

Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 16.02.08
Età : 62
Località : Venezia e Milano

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Dic 14, 2009 7:13 pm

Secondo me quanto è accaduto ieri a Milano potrebbe segnare addirittura la fine del movimento "viola". Basta leggere i giornali di oggi (ho comperato Il Giornale e L'Unità) per rendersene conto.
Non dico di più per non urtare la sensibilità di chi in questa iniziativa ha creduto con passione ed entusiasmo; non vorrei neanche passare da menagramo, ma la preoccupazione e lo spavento che provavo prima del 5 dicembre, ora sono aumentati parecchio.


Siccome credo che la Storia riproponga con leggere varianti sempre gli stessi avvenimenti, copio-incollo da wikipedia un brano su cui vale la pena di riflettere:


"Violet Albina Gibson (1876 – 2 maggio 1956) è stata la donna che il 7 aprile 1926 attentò alla vita di Benito Mussolini a Roma.

Mussolini era appena uscito dal palazzo del Campidoglio, dove aveva inaugurato un congresso di chirurgia, quando la Gibson gli sparò un colpo di pistola, ferendolo di striscio al naso.

Gibson, faticosamente sottratta al linciaggio, fu condotta in questura; interrogata, non rivelò la ragione dell'attentato. Si è supposto che l'attentatrice, allora cinquantenne, fosse pazza all'epoca dei fatti e che potesse essere stata indotta al gesto da qualche istigatore sconosciuto. In tal senso furono sollevati pesanti sospetti all'indirizzo di Giovanni Antonio Colonna di Cesarò. L'attentatrice, comunque, fu espulsa dall'Italia e trasferita in Inghilterra. Rimase per trent'anni in un manicomio vicino a Nottingham, dove morì.

Il giorno dopo l'attentato[1], Mussolini compì un viaggio in Libia e si mostrò a Tripoli con un vistoso cerotto sul naso, come testimoniano le foto dell'epoca. Di lì a poco anche quell'episodio servì per giustificare una stretta legislativa e l'avvio vero e proprio verso il fascismo."
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
il_corvo

avatar

Numero di messaggi : 576
Data d'iscrizione : 19.02.08
Località : bassa modenese

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Lun Dic 14, 2009 8:26 pm

Credo che nessun essere pensante possa negare che questa aggressione sia caduta come il cacio sui maccheroni. Un tempismo quantomeno... imbarazzante.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
zerodue



Numero di messaggi : 22
Data d'iscrizione : 22.02.08
Età : 41
Località : Berghem de hota

MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   Mar Dic 15, 2009 11:39 am

Mah, Melitta, la storia è piuttosto ciclica, ma al momento mettere (anche solo per ipotesi) un'assonanza tra mussolini e berlusconi sulla base della sola aggressione della classica mela marcia mi pare quantomeno forzato.

Mi sembra di sentire troppo spesso una necessità di associare il fascismo al pdl. Non so, forse per legittimare il clima di tensione che c'è in questo Paese? E' innegabile un malcontento generale. Gli scontri verbali (per ora) tra politici hanno toni molto offensivi, il linguaggio non è certo da persone educate, lo "sputtanamento" (per usare un po' di questo linguaggio politichese) è all'ordine del giorno e la visione dell' "altro" ricalca la definizione di nemico come sintesi di tutti i mali o della mancanza di ogni bene. Quanti di voi su internet s'imbattono in attacchi, anche tra comuni italiani, che disumanizzano l'altro generalizzando in una maniera paurosa la negatività del gruppo a cui appartiene?

Se vogliamo dare assonanza al rischio di un qualche fascismo si può trovare nell'uso delle paure (mancanza di sicurezza, immigrazione clandestina) e delle emozioni degli italiani, da parte del centro destra a vantaggio proprio: oggi si parla di promessa di mantenimento di un alto tenore di vita (cosa che berlusconi incarna) di una maggior sicurezza fuori dalle proprie case, per dirne due. Ci vogliamo mettere la concomitanza di crisi economiche, post 1a guerra mondiale in Italia, post crollo di Wall street nel '29 (se non sbaglio la Germania stava in piedi grazie agli aiuti economici statunitensi)) che portò la repubblica di Weimar in Germania a dare spazio libero a hitler.
Vogliamo dire che sia hitler che mussolini agli inizi della loro carriera politica presero delle cantonate pazzesche a livello di voti, ma in virtù delle defaiances delle maggioranze di sinistra (con vento rivoluzionario tenuto a fatica sotto il tappeto) poi si presero tutto?

Queste sono alcune delle ciclicità che, secondo me, ci devono quantomeno far riflettere. La possibilità che nascano movimenti trasversali (come questo popolo viola) può essere un tentativo pacifico per tentare di raffreddare un po' la tensione, ma solo se non compaiono bandiere di partito, solo se non si usano slogan già sentiti e semplicemente ritoccati, solo se ci si libera di un linguaggio aggressivo. In virtù putroppo di delusioni, quali girotondi, bandiere della pace troppo poco trasversali e troppo poco concretizzati non so dove finirà questo viola...
Mi si può enunciare la totale apoliticità della cosa, bene, ma per dare sostanza alle cose è inevitabile: bisogna farci il partito nuovo o, peggio, esser assorbiti da quelli che ci sono.

Mah...

Enrico
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Il NoBerlusconiDay di Facebook   

Tornare in alto Andare in basso
 
Il NoBerlusconiDay di Facebook
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Pubblicità per il mercatino di dany-grayfox su Facebook
» Il Complotto come Facebook: amici e Compl8Punti
» Facebook Connect: registrazione e connessione
» Brava Giovanna, brava!
» 2° al double tournament gw milano

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Al Dolphin Hotel :: Hall :: Chiacchiere, confronti & consigli-
Andare verso: